William Blake diceva “L’ape indaffarata non ha tempo per rattristarsi.” Questa è un’ottima osservazione, mi ricorda quotidianamente che bisogna sempre affrontare tutto con grinta e tenacia.

I dolci presentati in questa ricetta in qualche modo sono collegati a due persone molto importanti, Lucrezia e Gaetano. Lei grande appassionata di Api e apicoltura, lui invece, essendo siciliano, mi procura sempre l’ottimo pistacchio di Bronte !

Sono buonissimi, e hanno un aspetto molto invitante, non per nulla sono diventati l’immagine simbolo del mio blog ! Vediamo come realizzarli.

Tempi di preparazione 
1 ora e trenta minuti, più il tempo di riposo della frolla;
Per la pasta :
150 g farina 00;
150 g burro;
70 g zucchero semolato;
50 g mandorle macinate;
45 g tuorli;
1 bacca di vaniglia ;
Burro e farina per gli stampini;

Per la farcitura :
150 g di pistacchi;
150 g zucchero;
70 g di albumi;
50 g di miele di agrumi (io in realtà ho usato quello di acacia);
15 g acqua fior d’arancio;

Per la decorazione :
50 g zucchero a velo;
150 g albumi (io ho preferito fare la meringa italiana);
quindi vi inserirò anche la ricetta della meringa);

Meringa Italiana :
200 g di zucchero;
50 g acqua;
125 g albumi;
50g zucchero;

Preparazione :
Per la pasta ;
Impastare la farina con le mandorle, il burro a pezzetti, lo zucchero, i tuorli e la vaniglia abbastanza velocemente. Avvolgere nella pellicola e conservare in frigo almeno 1 ora (io ho preferito tutta la notte);

 

Per la farcitura;
Tritare i pistacchi frullandoli in un robot con un paio di cucchiai di zucchero. Amalgamare lo zucchero rimasto, l’acqua fior d’arancio, il miele e gli albumi leggermente battuti ma non montati.
Accendere il forno a 170°c, imburrare e infarinare gli stampini ( il numero dipende dalla misura degli stessi ). Stendere la frolla alta 2- 3 mm e rivestire gli stampini. Bucare con la forchetta e suddividere il composto di pistacchi negli stampini. Cuocere per 15- 20 minuti in base al forno.

Per la meringa;
In un pentolino versare i 200 g di zucchero con 50 g d’acqua.  Cuocere a fiamma alta, a 121°C .
Nel frattempo cominciare a montare gli albumi con i 50 g di zucchero, versare lo sciroppo a filo nella planetaria senza fermarla e continuare a montare fino a quando la meringa non sarà fredda.

img-20161218-wa0009-1

Per la finitura ;
Togliere le crostatine degli stampini , decorare a piacere con la sac a poche e fiammeggiare col cannello.

20160928_170253-1

E il gioco è fatto, buon divertimento !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...